Fake news

Due “giornalisti” del Washington Post, riportano di aver ricevuto da differenti fonti la notizia che Trump avrebbe rivelato nel recente incontro con il ministro degli esteri e l’ambasciatore russi informazioni altamente classificate mettendo a rischio collaboratori residenti in uno Stato Islamico.

Naturalmente le fonti sono anonime e la notizia è stata ripresa e trattata come oro colato dai media della sinistra americana per attaccare ancora una volta Trump con false notizie visto che con quelle vere non riescono a distruggere il Presidente.

Ma ancora una volta hanno dimostrato di essere solo degli utili idioti.
“Il presidente e il ministro degli esteri russo hanno parlato delle comuni minacce da parte di organizzazioni terroristiche, ha dichiarato H.R. McMaster, il consigliere per la sicurezza nazionale che ha partecipato all’incontro. “In nessun momento si è discusso di risorse di ‘intelligence’ o di metodi, e nessuna operazione militare che non fosse già pubblica è stata rivelata”.

Ai fabbricatori di notizie false questo non basterà e continueranno nel loro disegno destabilizzante e golpista. Hanno dimenticato cosa accadde a chi gridava sempre “al lupo, al lupo”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.