Na na na na, na na na na, hey hey hey, goodbye

Licenziato in tronco! Dopo aver salvato Hillary Clinton dalla galera in luglio, riaperto ad Ottobre, 11 giorni prima delle elezioni americane, l’inchiesta sulle email di Hillary, poi precipitevolissimevolménte richiusa 4 giorni prima delle stesse elezioni, il direttore dell’FBI, James Comey, è stato finalmente licenziato dal Presidente Trump su richiesta del Vice Procuratore Generale del Dipartimento della Giustizia.

Recentemente, Comey,si era accusato e autoassolto per non aver protetto a sufficienza l’onorabilità dell’ FBI e e del Dipartimento nell’episodio dell’incontro segreto tra Bill Clinton e il Procuratore Generale, Loretta Lynch. Ma proprio questo episodio, insieme ad alcune altre bizzarre idee e ad attegiamenti autoritari ed arbitrari, in voga nei regimi polizieschi, ed a comportamenti definiti “raccapriccianti” nel Dipartimento di Giustizia, hanno indotto il Vice Procuratore Generale a chiedere la sua testa.

Naturalmente i democratici, che già avevano chiesto la cacciata di Comey, ora gridano e si stracciano le vesti, e come tutti gli ipocriti che si rispettano, accusano Trump di abuso di potere. Non sanno che seguendo il pifferaio magico finiranno tutti in un precipizio.