Krugman e gli inguaribili ottimisti

Oggi anche a Krugman va di scherzare e di prendere un po’ in giro gli inguaribili ottimisti:

Ho letto molti articoli a proposito di un’ondata di nuove case. E’ vero che rispetto al mese precedente c’è stato un 17% in più. Ma qui sta l’inghippo: la costruzione di nuove case è arrivata a un punto morto, perciò anche una larga variazione percentuale vuol dire solo che è iniziata la costruzione di una minima quantità di case. Se noi costruissimo in tutta la nazione 6 case al mese e il mese successivo passassimo a 7, la crescita sarebbe appunto del 17 per cento, ma farebbe qualche differenza nella vita reale?

OK, ho esagerato un pò, ma qui sotto è come le costruzioni di nuove case appaiono veramente:

Leave a Reply

Your email address will not be published.