A volte anche i ricchi piangono

Non ci crederete ma la crisi colpisce duramente anche loro. Sì, i miliardari che, secondo la rivista americana Forbes, si sono ridotti di numero e sono diventati più poveri, anche se non hanno ancora il problema di arrivare alla fine del mese come tutti noi comuni mortali.

Ad inizio 2009 i paperoni sarebbero scesi dai 1.125 dell’anno scorso a soli 793, una flessione del 30%, mentre le loro ricchezze si sono ridotte del 46% da 3.800 miliardi di dollari a 2.400 miliardi. Ben 1.400 miliardi bruciati dalla crisi economica! La media procapite però è scesa a 3 miliardi, solo il 23% in meno rispetto al 2008.

A guidare la classifica sempre loro due, Bill Gates e il finanziere Warren Buffet, rispettivamente con 40 e 37 miliardi di dollari. In buona posizione anche Silvio Berlusconi che con la 70esima posizione e nonostante i suoi 6 miliardi e mezzo perde però lo scettro di primo degli italiani a vantaggio del padre della Nutella, Michele Ferrero, al 40° posto: purtroppo per lui Mediaset ha perso il 30% del suo valore e Mediolanum il 25% nel corso del 2008, performances pur sempre non così negative come quelle di tanti miliardari oggi in bolletta.

Leave a Reply

Your email address will not be published.