Sull’orlo del baratro

John McCain, l’avversario di Barack Obama nella corsa alla Casa Bianca, critica il piano del governo americano per il salvataggio delle grandi banche statunitensi. «Penso che debba essere presa una decisione difficile e credo che questa decisione sia di lasciar fallire alcune banche», ha dichiarato a Fox News Sunday.

Che McCain non capisse assolutamente nulla di economia era risaputo e gli americani e il mondo intero devono ringraziare il cielo che non abbia avuto la possibilità di portare a termine l’opera di distruzione iniziata da George W. Bush lasciando fallire la Lehman Brothers. Il problema è che il governo sembra non avere ancora le idee chiare ed ogni giorno c’è qualcuno che sforna un nuovo improbabile piano.

I tentennamenti di Geithner, Segretario del Tesoro di Obama, alla fine, potrebbero determinare purtroppo proprio quanto follemente auspicato da McCain. Nel qual caso le conseguenze farebbero sicuramente rimpiangere i tempi della Grande Depressione.

Leave a Reply

Your email address will not be published.